Inibitori di Corrosione

Gli inibitori di corrosione garantiscono protezione dalla corrosione e ne prevengono la formazione.

Un attacco di corrosione è una minaccia onnipresente nelle raffinerie di greggio e negli impianti petrolchimici. Si definisce corrosione una graduale distruzione di un materiale o di una sostanza. La corrosione costa alle aziende miliardi di dollari nel mondo. Può comportare notevoli perdite di produzione, costi di manutenzione e costose riparazioni. Alcune tecnologie aumentano la resistenza alla corrosione degli impianti di distillazione. Leghe resistenti alla corrosione (CRA), rivestimento delle superfici metalliche o protezione catodica offrono una buona prevenzione della corrosione. A causa dei bassi costi di acquisto, la maggior parte delle attrezzature di distillazione è costruita in acciaio al carbonio. L'acciaio al carbonio è molto instabile negli acidi e questo diminuisce la resistenza alla corrosione della superficie metallica. La velocità di corrosione aumenta fortemente quando il pH scende al di sotto di 7. I componenti corrosivi sono l'acido cloridrico, l'acido solfidrico, il cloruro di ammonio, il disolfuro di ammonio, l'anidride carbonica e gli acidi organici.
Forme tipiche di corrosione nelle raffinerie sono, in particolare:

  • la corrosione locale o puntinatura
  • la corrosione indotta dall'idrogeno (Hydrogen Induced Corrosion, HIC)
  • il cracking di corrosione da sollecitazione (Stress Corrosion Cracking, SCC)
  • l'erosione
  • la cavitazione

La corrosione acquosa è causata dai processi elettrochimici di reazione tra due semi-celle. La cella di corrosione di base richiede un anodo, un catodo, un conduttore metallico ed elettroliti. Se manca uno di questi componenti, la corrosione acquosa non si verifica. Gli inibitori di corrosione sono usati per prevenire la corrosione. Essi possono contribuire ad arrestare o a decelerare la funzione di una cella di corrosione. Le ammine filmogene e le ammine neutralizzanti forniscono una eccellente protezione dalla corrosione e sono dei programmi di trattamento ben consolidati.
Le ammine filmogene sono i più comuni inibitori della corrosione. Formano uno strato protettivo sulla superficie del metallo. Il risultato è una migliore protezione dalla corrosione mediante un aumento della resistenza alla corrosione stessa. Le ammine filmogene solubili in olio sono ben consolidate nelle raffinerie di petrolio e negli impianti petrolchimici. Necessitano degli idrocarburi derivanti dal flusso del processo per formare uno strato protettivo e vengono utilizzate nei sistemi di idrocarburi con un minore contenuto di acqua. I sistemi di processo con un elevato contenuto di acqua sono le unità sotto vuoto, gli estrattori acidi di acqua, le colonne di raffreddamento ad acqua o le unità amminiche. Le ammine filmogene solubili in acqua garantiscono eccellenti proprietà di protezione dalla corrosione. Kurita offre ammine solubili in olio e ammine solubili in acqua, ad elevate prestazioni, per la protezione dalla corrosione.
Dal punto di vista storico, come ammina di neutralizzazione è stata usata l'ammoniaca. L'ammoniaca ha un certo numero di proprietà negative e aumenta il rischio di incrostazioni da sali di ammonio. L'ammoniaca è una ammina volatile e non fornisce una neutralizzazione sicura durante la condensazione. Le moderne miscele di ammine di neutralizzazione di Kurita garantiscono una eccellente protezione dalla corrosione e ottime capacità come prodotti tampone. Funzionano reagendo con qualsiasi costituente acido in una neutralizzazione chimica diretta. L'ammina di neutralizzazione sposta il pH da condizioni molto corrosive a livelli più facili da tenere sotto controllo. Dimostrano un più facile controllo del pH e una migliore maneggiabilità.

Ha bisogno di ulteriore assistenza? I nostri esperti qualificati saranno lieti di offrire maggiori informazioni di persona e individualmente.