Inibitori di Corrosione

Anticorrosivi assicurano benefici economici.

La corrosione è una minaccia onnipresente nelle raffinerie di petrolio, che può comportare una riduzione della produzione, costi elevati per le  manutenzione e per le riparazioni. Il costo per la  sostituzione di attrezzature, le problematiche legate ad aspetti di sicurezza e di ambiente, possono portare a perdite economiche significative.
A causa dei bassi costi, l'acciaio al carbonio è il materia più utilizzato per fabbricare gli impianti di distillazione. L'acciaio al carbonio è molto instabile in ambiente acido e le percentuali di corrosione aumentano bruscamente quando il pH scende al di sotto di 7. Componenti corrosivi come acido cloridrico (HCl), idrogeno solforato (H2S), ammonio cloruro (NH4Cl), ammonio bisolfuro (NH4HS), anidride carbonica ( CO2) e acidi organici danneggiano l'attrezzatura di processo.

Tipiche forme di corrosione nelle raffinerie sono, in particolare:

  • Corrosione locale o pitting
  • Corrosione indotta da idrogeno (HIC)
  • Stress Corrosion Cracking (SCC)
  • Erosione
  • Cavitazione

La corrosione è un processo elettrochimico che può essere ridotto o addirittura evitato dagli inibitori di corrosione. Kurita offre programmi di trattamento molto efficaci che si adattano alle esigenze specifiche dei vostri processi, garantendovi una protezione anticorrosione più sicura.

Oltre alla selezione di ammine neutralizzanti idonee o di ammine filmanti, la determinazione del profilo di condensazione del pH e del punto di rugiada dell'acqua svolge un ruolo decisivo in un trattamento di successo. Utilizzando un programma di calcolo appositamente sviluppato siamo in grado di identificare esattamente questi parametri.

Hai bisogno di supporto? I nostri esperti qualificati saranno lieti di consigliarti personalmente e individualmente.